Aiutiamo la ricerca: “Ernest Egg” di Polizzo & Fioravanti.

EE

Secondo qualche disinformato, il fumetto italiano è composto solamente da amanti dei manga che disegnano in stile giapponese e da fanatici dei fumetti di supereroi che imbastiscono storie traballanti di supereroismo oppressivo e digrignante. In realtà i nostri autori spesso mettono in piedi progetti estremamente originali e interessanti, che spaziano in ogni possibile area della fantasia, e per fare questo hanno iniziato anche a rivolgersi alle piattaforme di Crowdfunding, cioè siti che permettono di organizzare una vera e propria raccolta fondi da parte dei lettori interessati, i quali pagano cifre di loro scelta in cambio del prodotto finito (e ulteriori “premi” nel caso di contributori molto generosi).Ne sono un esempio l’ultimo fumetto di Ratigher – che non è però un Crowdfunding ma qualcosa di meglio e del quale parlerò in futuro – o “Lumina”, presentato qualche mese fa.

Oggi però sono qui per un altro progetto, non strettamente fumettistico, che ha attirato la mia attenzione: ERNEST EGG.

Ernest Egg, esploratore e studioso di Leggende, in tutta la sua palpabile bellezza
Ernest Egg, esploratore e studioso di Leggende, in tutta la sua palpabile bellezza

Credo che Ernest sia stato lanciato appena prima della Lucca Comics di quest’anno, perché mi pare di aver visto il bellissimo stand dedicato al personaggio all’interno della Self Area. Personaggio peculiare, tra le altre cose, in quanto nasce come statuina in 3D, e ambisce a diventare un gioco da tavolo, un ebook iterattivo ma soprattutto un cortometraggio in stop motion.

Gli autori di Ernest sono Francesco “Paul Izzo” Polizzo e Stefano Bosi Fioravanti. Conosco (non di persona) il primo, in quanto è uno degli autori di Robotics, altro coraggioso fumetto di fantascienza che ho comprato a Lucca e che sarà anch’esso protagonista di una futura Pillola… e a dire il vero mi ci è voluto un po’ a capire che il tizio che si firmava come Paul Izzo sulla copertina di Robotics altri non era che Polizzo stesso – il che fa capire quanto stia accelerando il mio deterioramento mentale. Comunque, considerazioni idiote a parte, devo ammettere che Ernest è davvero un prodotto visivamente azzeccatissimo, intrigante e accattivante.

Le prime cose che vengono in mente guardando le immagini di presentazione sono i libri di Giulio Verne, ed Ernest stesso sembra un Indiana Jones per ragazzi (o per adulti che lo sono rimasti), uno di quegli esploratori sempre persi dentro giungle tenebrose – lì dove a intervalli regolari tamburi lontani risuonano minacciosi . Lo stile col quale è stato progettato richiama alla mente i film di Wallace and Gromit, e un po’ come in quei film d’animazione sembra promettere avventure allegre, gioiose, non scontate o banali ma nemmeno tragiche o violente. Anzi, da quello che si intuisce Ernest è il tipico esploratore con il sorriso sempre stampato in faccia, che persegue l’avventura per amore della scienza e per una sana curiosità intellettuale, e che viaggia da un continente all’altro garantendo avventure sempre diverse.

Egg & Friends
Egg & Friends

Leggendo nella pagina di IndieGoGo dove il progetto è ospitato, apprendo anche che Ernest Egg è un Cacciatore di Leggende, e gira in lungo in largo proprio per studiare quelle creature che tutti conoscono tramite le loro storie ma che nessuno ha mai incontrato. Ottimo: l’idea è semplice ma stimolante, di quelle che nelle mani giuste possono dare molto, e soprattutto possono permettersi infinite variazioni sul tema senza risultare noiose. Le cosiddette Leggende, inoltre, sono un tema senza tempo, che offre la possibilità di spaziare a 360 gradi all’interno delle motologie umane.

Un po’ come nei film di Maciste: in uno lo si vedeva affrontare Dracula, nell’altro Zorro, in un altro ancora lottava a fianco dei cavernicoli, in quello dopo era a Salem ad aiutare le streghe cacciate dagli inquisitori, in trincea con gli Alpini, e così via.

Maciste Alpino nel 1916. Un precursore di Ernest Egg?
Maciste Alpino nel 1916. Un precursore di Ernest Egg?

Ernest Egg è un progetto coraggioso e bello, e anche se non è propriamente connesso al fumetto ne è un parente vicinissimo. Sono contento quindi di segnalare la campagna di raccolta fondi, perché penso sinceramente che se lo meriti. Il crowdfunding è iniziato da pochi giorni, e continuerà fino a Gennaio del 2015. Se qualcuno di voi volesse saperne di più, ecco qui i link necessari.

Raccolta fondi: https://www.indiegogo.com/projects/ernest-egg
Sito ufficiale: http://www.ernestegg.com/
Facebook: https://www.facebook.com/ErnestEgg
Twitter: https://twitter.com/ErnestEggTweet
Google+: https://www.facebook.com/ErnestEgg

Auguri agli autori per la buona riuscita del loro progetto.


Se volete sapere il nome dell’artista che ha disegnato l’illustrazione che compare come immagine di apertura di questo blog, potete trovarlo – insieme a quello di TUTTI gli altri autori che hanno partecipato nel passato –  nell’apposita PAGINA dedicata agli omaggi a L110P, così come in apposite pagine potete trovare TUTTE LE RECENSIONI, e le SEGNALAZIONI di fumetti non ancora recensiti ma comunque degni di nota.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...