Pillola 36 bis: “La contessa d’Alba”, un’avventura di Honey Venom, di Valerio LaMartire, Spectrum e Fabio LoMonaco

honey bis

Ho recentemente recensito su queste pagine Honey Venom, fumetto sexy, comico e satanico che pesca a piene mani da un immaginario ibrido fatto di Go Nagai, Alan Ford, i fumetti pocket sexy italiani degli anni ’80 e molte altre opere più o meno “popolari” (QUI c’è il mio articolo), frutto del lavoro di Spectrum, autore che a questo suo personaggio ha dedicato la quasi totalità dei suoi sforzi nell’arco di dieci lunghi anni, durante i quali ha via via migliorato il suo stile in maniera encomiabile.

Honey Venom, che – per citare la sua “frase di lancio” – è molto semplicemente una “strega, lesbica, assassina” con una fidanzata strega più di lei,  si muove in un contesto fantastico vagamente italiano, vagamente fiabesco, con il ruolo di un’improbabile raddrizzatorti. Priva di scrupoli nei confronti delle forze del male, libidinosa ma mai morbosa, furba e maliziosa ma non (inutilmente) crudele, Honey è un personaggio ancora in divenire, accattivante dal punto di vista grafico, e sempre più coerente nelle trame e nella messa in scena. Recentemente, Spectrum ha dato alle stampe un ottimo volume (ottimo nella confezione ma anche nel contenuto) che ne contiene la più recente avventura, e approfittando del suo impegno alle fiere ha ben pensato di mandare in stampa anche una sorta di “spin-off” non a fumetti, bensì un beve racconto pubblicato in grande formato, illustrato da lui, colorato da Fabio LoMonaco e scritto dall’amico e artista Valerio LaMartire.

Ed è proprio di questo che andremo a parlare oggi.

La Contessa d’Alba, questo è il titolo, ha la peculiare caratteristica di apparire – perlomeno a una prima, distratta occhiata – come uno di quei libricini di fiabe che andavano di moda tanto tempo fa (ma forse anche oggi, credo): contiene infatti un racconto breve in grande formato, una doppia illustrazione centrale stile poster, una cornicetta in ciascuna pagina, e un’abientazione fatta di streghe e boschi. Ma è sufficiente vedere le due paia di tette che compaiono in copertina, e leggere il “disclaimer” alla fine dell’albo – nel quale si prendono nettamente le distanze da “eroi”, “punizione dei cattivi” e “trionfo dei buoni” – per capire che quella che abbiamo davanti è una fiaba molto diversa, non certo adatta ai bambini.

Ma di cosa parla questa favola nera? Semplice, delle due streghe, Honey e Lentiggini, che stringono un patto con un demone, e in cambio di un pezzettino della sua anima si impegnano a fornirgli un corpo umano da usare a suo piacimento. E a quanto pare il corpo scelto dalle due perfide donne… è quello di un bambino innocente!

Continuo a raccontare? Ovviamente no, perché perchè rovinerei la trama. Aggiungerò solo che il risultato finale – seppure non sempre del tutto perfetto nello stile (da un punto di vista strettamente tecnico)  è convincente, e del tutto rispettoso di Honey, del suo mondo e della sua personalità.

Non posso approfondire, per non fare spoiler nocivi, ma direi che lo scrittore ospite Valerio LaMartire (potete trovare i suoi libri QUI) ha centrato quelle che sono le caratteristiche e i leitmotif di Honey. Nella sua breve storia trovano infatti posto un bel primo capitolo con un valido inizio e la descrizione delle protagoniste attraverso gli oggetti della loro casa (ben fatto!), la magia “nera”, l’ironia, le trame segrete, i misteri, i castelli gotici con famiglie perverse, la critica alla società, il sesso libertino e vissuto con allegria, l’amore, il finto cinismo e la finta cattiveria delle protagoniste, il senso di giustizia peculiare di Honey, e gli altri elementi che rendono il personaggio di Spectrum assolutamente personale.

L’unica cosa che forse è mancata? Lo splatter e le torture; ma di quelle sinceramente non ho sentito troppo la mancanza. In quanto al resto, però, ogni elemento è al suo posto, si rifà perfettamente ai fumetti, e il prodotto che ne deriva è lineare, interessante e coinvolgente al punto giusto, tanto che ci si ritrova davvero interessati a sapere come si risolverà la questione, se le streghe sono state davvero così crudeli da approfittare di un innocente, e infine ci si scopre perfettamente d’accordo con le scelte di Honey, giustiziera di certo fuori dalle regole morali, ma non per questo poco adatta al suo ruolo.

In definitiva, “La Contessa d’Alba” è un simpatico esperimento, valido nella forma come nel contenuto, frutto del lavoro di un artista sempre ispirato e di uno scrittore che è riuscito a inquadrare bene il personaggio, al punto che forse avrebbe tratto giovamento dall’avere più pagine a disposizione, in modo da poter tratteggiare meglio i tanti spunti azzeccati che ha inserito in questo breve lavoro.

La “fiaba” scorretta e immorale di Honey si inserisce a pieno titolo nel suo universo, risultando una scelta adatta, sensata e divertente. 

Bel lavoro! 

honey bis
La mia “collezione Honey”

PS: molto peculiare e divertente la coincidenza che vede al lavoro su Honey, strega perseguitata dalla chiesa malvagia e normalmente avvezza a mostri e spettri, tre autori di cui il primo ha come nome d’arte lo spettrale “Spectrum“, il secondo è LaMartire e il terzo LoMonaco. Divertente assai!


UN PREGIO: l’esperimento dato dal cambio di genere e il posterone centrale.

UN DIFETTO: di tanto in tanto imprecisioni nel narrato

CHI COSA COME:La Contessa d’Alba – un’avventura di Honey Venom“, una fiaba scritta da Valerio LaMartire e illustrata da Spectrum per i colori di Fabio LoMonaco. Grande formato, 45 pagine, 9,90 euro, acquistabile QUI

ATTENZIONE: 
lo Spettro, il Monaco e il Martire (cioè gli autori), contenti di essere diventati la pillola 36 bis, offrono a tutti i lettori di questo blog un CODICE SCONTO per l’acquisto de La Contessa nello Store. Inserendo il codice 110pil verrà applicato uno sconto di 1,90€ sull’acquisto del volumetto

buona lettura a tutti!


Se volete sapere il nome dell’artista che ha disegnato l’illustrazione che compare come immagine di apertura di questo blog, potete trovarlo – insieme a quello di TUTTI gli altri autori che hanno partecipato nel passato –  nell’apposita PAGINA dedicata agli omaggi a L110P, così come in apposite pagine potete trovare TUTTE LE RECENSIONI, e le SEGNALAZIONI di fumetti non ancora recensiti ma comunque degni di nota.

Annunci

2 commenti

  1. ciao Osmanspare!
    lo Spettro, il Monaco e io (il Martire), siamo molto contenti di essere diventati la pillola 36 bis!

    tanto contenti che vogliamo lasciare a tutti i lettori delle pillole un codice sconto per acquistare la contessa d’alba sullo store!

    Inserendo il codice 110pil verrà applicato uno sconto di 1,90€ sull’acquisto del volumetto 🙂

    buona lettura a tutti!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...